martedì 30 agosto 2016

RISARCIRE I TERREMOTATI





Flavia Flavia Bragatto http://www.geoforum.it/ubbthreads.php?ubb=showflat...

Altro che bufala su magnitudo.. del terremoto del decreto di Monti  ci vogliono chiudere proprio gli occhi!!

La stampa sbufala se stessa......  su magnitudo .... Mi chiedovo come mai insisteva di farla passare come bufala... ... Hanno bloccato il link ma ho trascritto tutto

1)se la prende con frasi uscite sui social secondo cui il decreto Monti non pagherebbe i danni da sisma,dicendo che è falso.
Intanto diciamo che era vero scritto nero su bianco..
e guardacaso il decreto Monti che prevedeva lo stato non ripagare in nessun modo anche parziale danni da sisma(ma che ci si doveva dotare di apposita assicurazione privata,altra regalia alle assicurazioni!) usciva in gazzetta ufficiale il 17 maggio 2012(giovedi penultimo giorno utile per uscire),3 giorni prima del sisma in Emilia occorso il 20(domenica),un tempismo impagabile...ma che hanno costoro la sfera di cristallo alla faccia di quelli che dicono che i terremoti non si riescono a prevedere,si quando sono naturali,ma certo che si riescono a prevedere quando sono artificiali!
E nessun parlamentare disse nulla di questo misfatto senza precedenti...la rete se ne accorse e dovettero correre ai ripari(o forse le assicurazioni si resero conto di non poter coprire simili danni in maniera massiccia visto ciò che era previsto per l'Italia..ossia un terremoto grave ogni 2-3anni...mentre in passato ce ne era uno ogni 20anni..
ecco il decreto cancellazione #inserimento_art.1-bis
2012 il decreto è stato cancellato.

2)dice,lastampa, che la soglia di intervento del pubblico non è la scala richter ma la scala mercalli ,quindi chi dice che si sia abbassata la magnitudo del sisma perchè lo stato non paghi dice il falso.
Ed è vero quanto dice la stampa e qui in effetti i social fanno confusione...
ma vediamo perchè fanno confusione e ne scopriremo delle belle..

lo stato decide di pagare secondo la scala mercalli(tra l'altro poco oggettiva)da 6 in poi...questo prevede la legge...anche se per esempio col terremoto dell'Aquila non è avvenuto cosi',infatti la legge può essere derogata..se lo decide il governo
e sono rientrati nel cosiddetto '' cratere sismico ''anche paesi che non mostravano un simile livello di distruzione,come il mio,in cui tutti i danni sono stati ripagati,ma per la maggior parte erano lesioni parziali e le case non agibili non erano più di 20 ,numero trascurabile.
Infatti la scala Mercalli prescinde dalla bontà delle costruzioni...
mentre la richter no,da me le case sono costruite con criterio e quindi danni pochi ma le accelerazioni al suolo(da cui appunto deriva la scala Richter)erano elevate ,quindi in un intero comprensorio limitrofo a l'Aquila si è applicata la scala richter anche se la legge prevedeva la Mercalli..

3)ma la cosa più grave è quella che LaStampa non dice..
La confusione che fanno i social media è dovuta al fatto che esiste una confusione reale,non so se fatta a posta..
La legge prevede che lo stato paghi da 6 in poi scala Mercalli(poi può scegliere come vuole di derogare ma non è tenuta,qualora ci siano elevati richter ma con pochi danni secondo la scala Mercalli,tra l'altro costa pure poco..!!)

Le assicurazioni invece non sono tenute a pagare secondo una legge dello stato ma secondo il codice civile limitatamente a quanto scritto nel contratto stipulato con privato cittadino.
Le assicurazioni private difatti pagano da maggiore di 6 scala richter.

Monti l'aveva studiata bene obbligare la popolazione ad una assicurazione sulla casa visto il fatto che le assicurazioni pagavano sopra a 6 e che le case degli italiani non sono antisismiche,anche con 5 o 6 possono crollare o avere gravi danni,senza che nessuno paghi
quindi assicurazioni obbligatorie ed inutili(solo guadagni per gli assicuratori)
e niente costi per lo stato...
Un infamia senza precedenti a patto però di tarrocare ogni volta i dati dell'INGV controllato dallo stato al 100%.
Ecco quindi che ogni volta sembra che i misuratori si blocchino a 5.9 massimo 6.
l'Aquila 5.9 ,Emilia 5.9,Amatrice 6.0
sembra un limitete invalicabile
eppure tutti gli altri enti stranieri (e la stessa ingv all'inizio)danno sopra a 6
in particolare 6.3 per l'Aquila ,6.1 Emilia, 6.2 Amatrice

Io ho stipulato un contratto dopo il sisma 2009 l'Aquila e c'è scritto nero su bianco..anche se è pure scritto che se il sisma è da 6 in sotto scala richter(dati riferimento dell'ente nazionale INGV specificato!) l'assicurazione si riserva caso per caso di risarcire parzialmente i danni(non dice che non li risarcisce o che non li risarcisce del tutto) dopo ispezione e studio peritale della antisismicità della costruzione(detto il soldoni se la casa è costruita secondo criteri di antisismicità e cmq si hanno danni,l'assicurazione risarcisce anche se a sua discrezione)se sopra 6 l'assicurazione pagherà i danni in toto perchè è considerata calamità naturale ,anche se la casa non è antisismica...

Questo in Italia può essere molto costoso in quanto avere un terremoto 6.2 6.1 è facile ed i contratti sono ormai stati stipulati... e le case sono quasi tutte non antisismiche..
Infine ci possono essere fenomeni di accelerazione locale per cui un terremoto 6.1 può far crollare anche una casa antisismica..

In Emilia il decreto passo in gazzetta il giorno penultimo utile prima del sisma
perchè in Emilia quasi tutti i capannoni sono assicurati..
ma secondo quel decreto(se non fosse stato cancellato)non avrebbero preso soldi nè dallo stato nè dall'assicurazione (con quei dati INGV di 5.9)

Si tenga presente che in generale lo stato ripaga le prime case..
non le seconde nè le terze nè i capannoni industriali,tranne deroghe o contributi regionali speciali etc..
Ecco quindi che le assicurazioni private giocano un ruolo importante suppletivo soprattutto per chi ha appunto seconde case e capannoni..che lo stato non copre o non è tenuto a coprire (poi magari se vuole le copre,ma non è tenuto)
li avere l'INGV che dichiara 6.1 o 6.0 o 5.9 fa la differenza enorme ed abissale..
ci siete?

tenete presente che non avete a che fare con incompetenti anche se a volte preferiscono dipingersi tali(meglio ammetteredi fare errori che averci messo la malafede!!)

spero che una volta per tutte la si finisce di dire che è una bufala..giocando sulla confusione..

non mi credete?
provate ad andare ad assicurare la casa per sisma..e leggetevi bene le clausole non serve un geologo però serve un esperto di di diritto contrattuale,e fate le domande giuste quando leggere nelle clausole frasi ambigue che dopo diverranno chiarissime al momento di chiedere il risarcimento..

d'altronde avvenne lo stesso con l'uragano Katrina negli USA
per salvare gli assicuratori alcuni enti statali affermarono che non era un uragano ma lo degradarono a tempesta tropicale(ossia da grado 5 a grado 4)
altri enti invece lo tenevano a grado 5
alla fine solo che aveva un buon studio legale riusciva a farsi ripagare la casa..
ma la maggior parte poveri mediamente ottenere una liquidazione forfettaria di 10mila dollari a volte niente..
ma per disperati che hanno perso tutto,meglio quello che avere nulla..
capito l'antifona?


Ecco un link utile a tutti. Anch'io ci sto pensando... Non conosco i termini delle varie assicurazioni private. Esistono dei limiti di magnitudo risarcimento? Basati su quale magnitudo? Nel caso l'assicurazione si rifiuti di pagare, è possibile vincere facilmente un ricorso giudiziario, …
GEOFORUM.IT|DI EGIDIO GRASSO

Nessun commento:

Posta un commento